Trattamenti anti LegionellosiUncategorized

CONTROLLO E PREVENZIONE DELLA LEGIONELLA. INTERVENTI PER ROMA E PROVINCIA.

STOP ALLA LEGIONELLA.  IL CONTROLLO DEL RISCHIO E’ LA VOSTRA UNICA ARMA DI DIFESA.

Tecnologie dell’acqua vi offre una soluzione nuova e completa per identificare, prevenire e risolvere il problema della Legionella nelle strutture sanitarie e ricettive.

1. Applicazione delle linee guida del SSN per prevenire la Legionella

Applicare la strategia di prevenzione e bonifica seguendo le raccomandazioni delle Linee Guida per ottenere il contenimento del rischio di diffusione del batterio nelle strutture sanitarie e ricettive allo scopo di ridurre il rischio di contagio.
La mancanza di un mezzo efficace al 100% per la bonifica del sistema idrico rappresenta uno dei punti deboli di ogni strategia di controllo della legionellosi e per questo motivo è consigliato dotarsi di sistemi di disinfezione in continuo

2. Prevenzione

Le Linee Guida emanate dal Ministero della Salute sono indispensabili perché indicano cosa è importante controllare e su cosa bisogna intervenire.
In particolare prevedono:
a) Il documento di Valutazione del rischio
b) Il Registro degli Interventi
c) L’analisi dei punti critici dell’impianto idrico e di
climatizzazione
d) La Formazione e l’informazione del personale

3. Valutazione del rischio Legionellosi

Per assicurare UNA RIDUZIONE DEL RISCHIO LEGIONELLOSI Lo strumento fondamentale da utilizzare è l’adozione di misure preventive, basate sull’analisi del rischio costantemente aggiornata.
Quindi una corretta valutazione del rischio Legionella inizia dal sopralluogo accurato dell’impianto che deve essere effettuato da figure professionali (biologi, medici, ingegneri e chimici).
Il documento VALUTAZIONE DEL RISCHIO serve per la corretta gestione e manutenzione degli impianti e deve essere redatto OGNI DUE ANNI indicando quali controlli e operazioni devono essereeffettuate.
Solo in questo modo si possono individuare i PUNTI CRITICI ed evidenziare le FONTI DI RISCHIO

4. Il registro degli interventi.

Ogni struttura dovrebbe istituire un REGISTRO PER LA PROGRAMMAZIONE E LA DOCUMENTAZIONE DEGLI INTEVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARI E STRAORDINARI sugli impianti idrici e di climatizzazione.
Per ogni intervento, il Registro descrive le procedure per una corretta esecuzione, la registrazione dell’avvenuta esecuzione con l’indicazione e la firma del responsabile.
Il registro deve essere messo a disposizione delle autorità di controllo.

5. I campionamenti dell’acqua a rischio Legionella

Campionare l’acqua per la ricerca di Legionella prevede almeno 6 CAMPIONAMENTI
Sui punti critici dell’impianto idrico con impiego di Metodiche Ufficiali di Quantificazione. Lo scopo delle analisi è quello di verificare la presenza di Legionella; identificarne le tipologie (specie) patogene per l’uomo (Legionella pneumophila) e le concentrazioni batteriche espresse in (UFC/L).

I siti da campionare sono:

  • Rete dell’acqua fredda
  • Serbatoio dell’acqua fredda (possibilmente alla base)
  • Punto più distante del serbatoio
  • Rete dell’acqua calda
  • Base del serbatoio dell’acqua calda vicino alle valvole di scarico
  • Ricircolo dell’acqua calda
  • Almeno 2 siti di erogazione lontani dal serbatoio (docce, rubinetti)

6. Protocollo STOP LEGIONELLA

In presenza di casi, i risultati delle analisi devono essere confrontati con quanto previsto dalle Linee Guida per verificare quali modalità d’intervento sono richieste.
Se le analisi richiedono una procedura immediata di bonifica, il nostro protocollo Legionella Stop prevede l’utilizzo di XzioX 0,35% una soluzione stabilizzata di Biossido di Cloro.
Infatti il Biossido di Cloro, in caso di contaminazione da Legionella nell’impianto idrico, è l’unico trattamento che oltre alla disinfezione garantisce anche la eradicazione del biofilm.
La bonifica però ha solo un’azione temporanea e non è sufficiente per eliminare la presenza di Legionella in una rete idrica. Per questo motivo è necessario mettere in atto anche una disinfezione continua da effettuare sempre con XzioX 0,35% a basso dosaggio.

Il prodotto brevettato è unico in quanto, per la prima volta, una soluzione di biossido di cloro viene realizzata SEMPLICEMENTE MISCELANDO ALL’ACQUA
DUE REAGENTI ENTRAMBI LIQUIDI senza utilizzare i reattori.
Questo sistema non comporta rischi d’esplosione, non necessita di sistemi di sicurezza antincendio e riduce i costi di gestione.
Inoltre XzioX 0,35%, essendo una soluzione di Biossido di Cloro, permette con bassi dosaggi (0,2 – 0,5 ppm) un buon livello di disinfezione e l’eliminazione del biofilm, senza intaccare né le tubazioni né la potabilità dell’acqua.
Non comporta la produzione di clorofenoli dall’odore sgradevole e di sottoprodotti pericolosi.

7. Obbligo adempimenti prevenzione Legionella

I responsabili delle strutture sono obbligati a rispettare le norme per la prevenzione ed il controllo della legionellosi poiché devono sempre tutelare la salute del cliente, del dipendente o del
paziente.
Infatti i problemi di una mancata prevenzione possono avere risvolti civili e penali.
Cause civili per richiesta danni Risvolti penali in quanto la valutazione del rischio biologico Legionellosi è imposta dal D.Lgs. 81/2008.

Richiedete la nostra offerta tipo per il controllo della Legionella comprendente:

  • Sopralluogo GRATIS di un nostro esperto per l’elaborazione del documento di VALUTAZIONE DEL RISCHIO Legionella e per la definizione degli interventi di prevenzione e/o
    correzione.
  • Consulenza GRATUITA per la redazione del REGISTRO DEGLI INTERVENTI (manuale di autocontrollo)
  • Campionamento e ANALISI dei punti critici dell’impianto idrico ad € 69,00 per ogni punto di prelievo (almeno 6 come al punto C) Analisi
  • VISITA DI VERIFICA ANNUALE GRATUITA e revisione della procedura per monitorarne la corretta applicazione e riesaminare una eventuale rivalutazione dei rischi

E’ sempre utile ripetere che, come capita nella lotta contro i batteri, non esiste alcun modo per essere certi che un impianto resti immune dalla Legionella o che, dopo essere stato sanificato, non torni a inquinarsi. Di questo bisogna essere consapevoli tenendo conto anche di pregi e limiti dei vari disinfettanti che si possono impiegare per le sanificazioni.
Tuttavia, pur non garantendo l’eradicazione della Legionella dall’impianto idrico, queste corrette misure di prevenzione contribuiscono al contenimento della carica batterica.
La mancata prevenzione invece coinvolge la responsabilità della Direzione esponendola a pesanti conseguenze sotto il profilo penale e civilistico.

 

Contattaci subito per un sopralluogo e un preventivo.